TESTIMONIANZE



Testimonianza di Donatella
Oggi 8 Marzo 2017Festa della Donna
        
Oggi è il giorno internazionale per onorare le donne che sono da sempre la  colonna portante della famiglia, della nostra economia, e della vita in generale. Sono le donne che danno la vita e che contribuiscono a fare scorrere l’amore da dietro verso in avanti, verso il  il futuro.
Proprio oggi vi voglio raccontare la storia di Donatella.

Donatella è venuta da me in studio circa un anno fa. Aveva perso la fiducia e la stima in se stessa, aveva seri problemi di salute, delle analisi del sangue con valori preoccupanti, una ventina di chili di sovrappeso, ma soprattutto aveva perso la sua “bellezzza” . E per noi donne questo è molto importante. Abbiamo tutte bisogno di sentirci ammirate e amate dall’”altra metà del cielo”. Se non ci piaciamo noi, come possiamo pretendere di piacere agli altri?.
Da quando era una giovane ragazza aveva provato ogni tipo di dieta, dalla quale usciva ogni volta frustrata per il senso di  privazione che le procurava. E poi, per lei a cui piace mangiare, le diete erano un vero supplizio. Insomma quando si è presentata in studio da me aveva veramente toccato il fondo e non sapeva più cosa fare per uscire da quella difficile situazione.
Spinta dal bisogno, Donatella ha preso molto sul serio l’impegno con se stessa di voler cambiare il suo stile di vita e la sua alimentazione  e ha seguito le istruzioni del Programma che le ho dato con molta disciplina.
Ma già dalle prime settimane non è stato più un problema, perché i risultati non si sono fatti aspettare. Dopo un solo mese si era già sgonfiata, i valori del sangue erano tornati nella norma, sotto gli occhi increduli del suo medico e aveva già perso ben tredici chili. Ma tutto questo senza fare fatica anzi come dice lei “con vero piacere”. A tutti quelli che incontra ogni giorno e che stentano a riconoscerla, Donatella risponde che non è mai stato così facile. Non solo non ha mai sofferto la fame, ma non ha mai mangiato tanto come da quando pratica il Protocollo. La cosa che sottolinea con grande emozione è che ha riscoperto il piacere di cucinare con gioia cibi sani e saporiti. Le sue esatte parole sono “non mi sono mai divertita tanto in cucina come adesso”. Sono migliorate le sue relazioni, sia con la famiglia che con gli amici, il suo buonumore, e soprattutto la sua autostima e sicurezza.
Questo è l’effetto che fa il Protocollo, dopo un solo mese che si pratica con serietà e impegno. Dopo altri cinque mesi Donatella ha perso altri dieci chili per un totale di ventitre chili in sei mesi. E la notizia di ieri è che anche i calcoli alla cistifelea che le davano fastidio da sempre, sono ora scomparsi.
Ha ritrovato infine il piacere di sentirsi “donna” e di vestirsi “da donna” con gonne e vestiti, di truccarsi, di curare in modo particolare la sua persona e di ritrovare la sua “bellezza”.  Donatella mi fa una tale pubblicità, che molti delle sue amiche e amici  in questo ultimo anno stanno sperimentando il Protocollo Alimentare con ottimi risultati.

Buona festa della donna a tutte le donne del mondo



PROTOCOLLO ALIMENTARE
di Graziella Bertozzi

Un metodo unico e innovativo per liberare il tuo corpo da tossine e peso in eccesso, adottando un nuovo stile di vita che ti aiuta a ritrovare la salute, la fiducia, l’autostima e la gioia di vivere.
Ricevo per appuntamento a Bologna in via degli Angeli, 24/a
Cell 3483906042





Messaggio di Federico

Carissima Graziella,

premetto, ad uso e consumo di chi dovesse leggere questi miei commenti senza avermi mai incontrato prima, che sono un maschio di 38 anni con famiglia e lavoro, apparentemente do l'impressione di essere un personaggio da famiglia del mulino bianco: lavoro bellissimo, bei giri, giovane etc.., la realtà è ben diversa da ciò che gli occhi vogliono vedere, tanto che negli ultimi anni ho collezionato chilogrammi, gocce di ansiolitici, anti infiammatori per il mal di testa, antiacido per lo stomaco, antispasmodici per la colite etc...
Un bel giorno (quasi un anno fa) sentii un'intervista radiofonica alla sig.ra Bertozzi, in cui presentava il "Protocollo Alimentare", un programma di dimagrimento, senza soffrire la fame e senza farmaci, che ti avrebbe fatto acquistare energia. Perplesso ma curioso mi segnai il numero di telefono....per fortuna!
Dopo molti mesi e altrettanti chilogrammi, ho telefonato a questa signora che in maniera molto pratica e chiarissima mi ha fissato un appuntamento, senza troppi giri di parole, mi ha delineato molto velocemente l'iter teorico che avrei dovuto seguire, beata praticità!
Arrivato all'incontro ho avuto nettamente l'impressione di essere un libro aperto dove lei leggeva senza troppa fatica i miei problemi, pure quelli che non avevo menzionato, ero andato lì per dimagrire e questa in cinque minuti aveva centrato il nocciolo del problema senza che le avessi detto nulla, dopo una breve conversazione mi sentivo già davanti a qualcosa che non ero in grado di capire, una sfida eccitante!
Ma smettiamo di parlare delle sensazioni e parliamo delle soluzioni, in definitiva mi suggerisce un Protocollo (io l'avrei chiamata lista dei cibi, ma poi ho capito che la parola Protocollo tiene più di buon umore) in questo Protocollo ho una serie di alimenti che devo mangiare a seconda dell'ora del giorno, certi a colazione altri per pranzo altri ancora per cena, ma non c'è quantità, sì, insomma un lupo come me non deve misurare nulla, basta solo mangiare quelle cose punto e basta, quante ne mangio non fa differenza, il mio peso non è calato,
E' precipitato!
In un mese ho perso 12 chilogrammi, e non ero mica obeso, ma i chili non sono niente a confronto del resto.
Nel giro di una settimana il mio umore ha cominciato a migliorare tantissimo, chiunque si è accorto del cambiamento, inoltre  riuscivo a lavorare molto di più e meglio, la mia mente che prima era sovraffollata di pensieri si è quasi completamente sgombrata, non mi sveglio più di soprassalto, non ho più la sensazione di non farcela a fare le cose, sono sempre presente a me stesso e per di più son sempre contento di tutto. Terminato il primo mese e visti i risultati così impressionanti ho voluto seguire questo tipo di esperienza, nel secondo mese il protocollo si allarga ad altri cibi e devo riconoscere che tutte quelle belle cose che ho appena scritto si sono mantenute, sebbene la mia applicazione del Protocollo sia meno rigida rispetto il primo mese, mantengo la serenità e la calma che non conoscevo più da molti (davvero molti) anni.
Credo che il tipo di alimentazione che Graziella mi ha suggerito possa essere definita macrobiotica, non ne sono certo poiché la mia cultura in merito è davvero minima, ma al di là dell'etichetta che le voglio dare, sono in dovere di dire che con questo tipo di alimentazione mi sento davvero molto meglio.
Naturalmente ogni cosa ha degli aspetti negativi, il primo problema che ho riscontrato è stato nel reperire gli ingredienti, ma una volta trovato un negozio di alimenti bio, la sopravvivenza è stata facile. Altra difficoltà è l'assenza di un ricettario, nel senso che già molti cibi risultano nuovi e quindi non si sa bene come gestirli, magari avere un ricettario on line dal quale attingere potrebbe aiutare.
Spero con queste poche righe di poter essere utile a qualcuno.
Cordialmente saluto.
Federico Visentin
29 Maggio 2012


Caro Federico,
la sua bella lettera mi ha veramente toccato. La sua testimonianza è una chiara conferma che il "Protocollo alimentare" funziona anche con persone che come Lei sono molto impegnate con il lavoro e almeno una volta al giorno sono costrette mangiare fuori casa. Ma devo dirle anche "bravo", l'aver raggiunto quello straordinario risultato dimostra che lei ha seguito alla lettera quello che il programma prevedeva, e quindi il merito è anche suo. A volte basta un po' di impegno, e di maggiore attenzione al nostro corpo e al nostro stile di vita, per evitare molti dei disturbi di cui lei fa cenno e che sono propri di questo tipo di società.
Mi ha fatto inoltre molto piacere la sua puntualizzazione sugli aspetti emozionali, che sono cambiati in meglio nella sua vita. Infatti il Protocollo Alimentare non agisce soltanto sul piano fisico, ma bensì, migliorando il nostro umore e la nostra forma fisica, cambia anche la nostra percezione della realtà e trasforma la relazione con noi stessi e con le persone che ci stanno accanto. Le prometto che a breve creerò un ricettario di base e suggerimenti per cucinare i cibi per tutti coloro che vorranno seguire il Protocollo Alimentare.

Grazie di cuore
Graziella






Messaggio di Angela

Da circa un anno sto seguendo il protocollo alimentare di Graziella Bertozzi e posso dire che la mia vita è cambiata, mi sento finalmente in grado di gestire il mio corpo sia sotto il profilo del peso e che dell’energia. Graziella ha confermato la presenza di allergie alimentari e, incrociando questo dato con il mio gruppo sanguigno, ne ha tratto l'elenco dei cibi più favorevoli per me. Mi ha poi insegnato ad abbinare tra loro questi cibi e in quali momenti della giornata vanno assunti. Da quando seguo queste indicazioni mi sono sgonfiata, ho perso peso e soprattutto mi sento molto più energica. Ho compiuto cinquant’anni, età delicata per una donna che comporta grandi cambiamenti. Seguendo le indicazioni di Graziella tutto questo sta passando senza conseguenze sia sul livello energetico, sia sulla tendenza all’aumento di peso, anzi, sono spariti i “cuscinetti” dove ce n’erano. La cosa più incredibile, resta comunque l’umore. Normalmente, quando si cambia l’alimentazione privandosi di cibi che magari ci piacciono molto, si rischia di diventare nervosi, irritabili.... di malumore. Con questo Protocollo, succede esattamente il contrario; mio marito, per esempio, dice che sono più allegra e serena.
Personalmente ringrazio Graziella con tutto il cuore per questo lavoro e per la sua grande professionalità.
Padova, 2 aprile 2011




Messaggio di Francesca

Grazie Graziella! Ho cominciato a stare attenta a cosa mangiare a 20 anni, in seguito a una epatite virale acuta contratta in Africa e dopo più di 30 anni di rapsodiche e più o meno lunghe “diete” posso dire che è sempre interessante cambiare la propria maniera di mangiare, si scopre sempre qualcosa. Sono stata in cura da almeno tre bravissimi e noti medici che davano centralità a cosa non mangiare per stare bene. Ogni volta sono stata soddisfatta dalle loro indicazioni ma scoprivo l’obiettiva influenza “dell’alimento”, come una sorta di legge ineludibile.
La mia applicazione dell'esperienza di Graziella è stata la più gratificante.
Punto di partenza la conduzione nel “testare”, quasi una cerimonia magica, Graziella è emozionante e cara come una bianca e bella nuvola del cielo sereno che ti studia e parla toccandoti velocemente. Gli obiettivi “medici” sono stati raggiunti (colesterolo alto e eccessi di debolezza da “fame”, ipoglicemia). Inoltre le mie “tendenze” o sensibilità scomode durante il percorso sono diventate un talento che ignoravo, qualcosa di molto fisico e reale: ora sono più personali e colorate da tinte antropologiche che mi pacificano rispetto ai miei “limiti” o predilezioni alimentari.

Bologna, 2 aprile 2011




Messaggio di Raffaella

Cara Graziella, devo dirti che avere deciso di seguire il "protocollo alimentare" come lo chiami tu, e' stata la cosa migliore che potessi fare! Dopo 1 settimana gia' mi sentivo molto meglio, con piu' energia, dopo 1 mese con molta piu' energia! Dopo una vita di stanchezza e' stato un cambiamento incredibile, ed ho scoperto che le farine x me sono veleno, mi causavano addirittura confusione mentale! Sono anche dimagrita 3 Kg, considerando che non ho rispettato esattamente le tue indicazioni e non ho fatto movimento e soprattutto ho mangiato un sacco! Temevo che nn potendo mangiare pane, pasta e tutti i derivati , avrei sofferto la fame ma ... tu mi hai detto che DOVEVO mangiare non appena ne sentivo il bisogno. E io ho eseguito (in questo caso alla lettera). Sono felice di averti conosciuta per questo ma non solo ...
Pensa che ho avuto la tua brochure nel cassetto al lavoro per piu' di un anno e il giorno che l'ho guardata con attenzione ho deciso di chiamarti, ed eccoci qua! Conoscevo da molti anni la dieta del gruppo sanguigno ma e' proprio vero che c'e' il momento giusto per tutto . Coincidenza? 
Ti saluto e a presto,
Raffaella
Bologna, 5 settembre 2013





Graziella Bertozzi

Da venti anni mi occupo di tecniche energetiche e naturopatiche che ho imparato e poi utilizzato per aiutare me stessa ad uscire da una grave malattia.
Dopo il successo ottenuto con la guarigione di me stessa, ho continuato con passione sul percorso delle medicine naturali ed energetiche frequentando corsi di formazione in vari campi, con lo studio dell’omeopatia, medicina cinese e fitoterapia, a un percorso di quattro anni con Roy Martina. Da lui ho imparato l’Integra, il Nei, il Nac, la Chinesiologia, l’Equilibrio emozionale. Negli ultimi dieci anni mi sono dedicata allo studio e alla pratica delle Costellazioni Familiari di Bert Hellinger, di cui già dal 2005 tengo gruppi a cadenza mensile e sessioni individuali che hanno cambiato la mia vita e quella di moltissime persone.